Dopo molti anni, sono stato finalmente in grado di superare i traumi del passato, invertire la mia malattia autoimmune e perdere qualche chilo (più di 50 in realtà!). Come molte di noi mamme sanno, però, la perdita di peso può avere uno sfortunato svantaggio … pelle distesa, flaccida o cascante.

Per la maggior parte ho imparato a sentirmi a mio agio con la pelle in cui mi trovo (consideralo parte della gloria della maternità!), Ma oggi condivido il mio piano di cura della pelle post-dimagrimento – cosa ha aiutato, cosa no ' t e cosa dicono gli esperti.

Che cosa causa la pelle allentata?

Secondo la Cleveland Clinic, con l'avanzare dell'età l'elastina e il collagene che rendono la pelle carnosa e soda inizia a diminuire. Alcuni fattori di stress, come i danni causati dal sole e il fumo, accelerano il processo.

La perdita di peso è un altro motivo principale per la pelle flaccida. Dopo l'aumento di peso, la pelle si allunga per accogliere la massa corporea extra. Quando perdiamo quel peso, soprattutto molto in una volta, la pelle non riesce a tenere il passo con i cambiamenti abbastanza velocemente.

Allora come diamo una spinta naturale alla pelle?

Il collagene costituisce un enorme 75-80% della nostra pelle e la cheratina, che costituisce capelli e unghie, aiuta la nostra pelle ad avere una certa rigidità e protezione. Le cellule dei fibroblasti nel derma sintetizzano il collagene e l'elastina che conferiscono alla pelle la sua carnosità.

Questo è uno dei motivi per cui mi sentirai entusiasta di collagene nutrito con erba, gelatina e brodo di ossa. Con una dieta ricca di collagene e alcune buone pratiche di cura della pelle, possiamo nutrire il nostro corpo dall'esterno … e dall'interno!

Un grammo di prevenzione …

Il modo migliore per risolvere un problema è prima che accada! Questo non è sempre possibile, ma ecco alcuni suggerimenti per perdere peso in modo sano e sostenere anche la salute della pelle.

  • Perdere peso a un ritmo costante. Una rapida perdita di peso può creare molta pelle flaccida.
  • Costruisci i muscoli. Vogliamo avere muscoli sani e tonici per sostenere il nostro corpo, compresa la nostra pelle. L'allenamento della forza sollevando pesi o facendo esercizi a corpo libero è fondamentale qui.
  • Il massaggio aumenta la circolazione, il flusso linfatico e la produzione di collagene nella pelle. Tutti questi aiutano la pelle ad avere più tono ed elasticità. Prova questi metodi di massaggio a casa.
  • Rimani idratato. Bere abbastanza acqua e altri liquidi non contenenti caffeina è la chiave per l'idratazione della pelle.

Terapie per aiutare a rassodare la pelle

Ora che abbiamo coperto alcune delle basi per prevenire e affrontare la pelle flaccida, diamo un'occhiata a terapie utili.

Terapia a luci rosse (LLLT)

La terapia della luce rossa (RLT) penetra in profondità nella pelle, interessando i vasi sanguigni, le vie linfatiche e i nervi. Raggiunge il nostro strato dermico per ringiovanire la pelle e levigare il tono. RLT aumenta la circolazione e i fibroblasti, che a loro volta stimolano il collagene e l'elastina.

Ho visto ottimi risultati con la terapia della luce rossa, anche in soli 5 minuti al giorno. La mia pelle è più soda e ho meno rughe e smagliature post-bambino.

Idroterapia

Anche se saltare in un bagno di ghiaccio potrebbe non essere un'idea di divertimento per tutti, ha i suoi vantaggi. L'idroterapia, o terapia dell'acqua fredda, è stata utilizzata per secoli per ripristinare e mantenere il benessere. I bagni o le docce fredde aumentano la circolazione, migliorano il metabolismo e aumentano la perdita di peso. Trasforma anche il grasso bianco nocivo in grasso bruno più sano per una migliore sensibilità all'insulina e ritenzione di calore.

Spazzolatura a secco ed esfoliazione

Come l'idroterapia, la spazzolatura a secco è nota per aumentare la circolazione nella pelle. Questo metodo economico e facile è esattamente come suona. Uso una spazzola per il corpo asciutta e la strofino delicatamente in cerchi sulla pelle. È tonificante e ho scoperto che mi ha aiutato a rassodare la pelle e ad attenuare le smagliature durante la gravidanza.

La spazzolatura a secco è uno dei modi principali per aumentare il flusso linfatico per favorire il trasporto dei nutrienti e la disintossicazione dei rifiuti. Un altro modo per ottenere i benefici esfolianti è con uno scrub per il corpo. Questo scrub rinfrescante per il corpo contiene olio essenziale di pompelmo per aiutare con la cellulite, ma può anche aiutare con il rilassamento cutaneo.

L'articolo del 2002 Inibizione dell'attività dell'elastasi da parte degli oli essenziali in vitro ha scoperto che l'olio essenziale di limone, pompelmo e ginepro aiutava a inibire l'elastasi. L'enzima elastasi distrugge l'elastina nel nostro strato dermico e contribuisce all'invecchiamento e al rilassamento cutaneo. Il limone ha dato i migliori risultati su tre, tuttavia, è necessario prestare attenzione perché è fototossico.

Proteina

Proteine, proteine ​​e ancora proteine. Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine ​​e sono responsabili di molti processi nel corpo. Abbiamo bisogno di abbastanza proteine ​​per costruire massa muscolare, aumentare il collagene, riparare i tessuti e persino ossigenare i globuli rossi.

Dove trovarlo

I cibi integrali sono i migliori, ma mi piace anche aggiungere un po 'di polvere di collagene nutrito con erba a frullati e bevande. Carne nutrita con erba, carne di organi e latticini (se tollerati), uova ruspanti e pesce pescato in natura sono tutte buone fonti. Il brodo di ossa è ricco di collagene curativo intestinale e nutriente per la pelle.

Vitamina C

Il collagene è una parte importante della struttura della nostra pelle, ma non lo otteniamo solo da prodotti di origine animale. La vitamina C aiuta il corpo a sintetizzare la produzione di collagene. Questo potente antiossidante della pelle aiuta a proteggere dai danni del sole e ha un effetto antietà sulla pelle.

Dove trovarlo

Sorprendentemente, il succo d'arancia non è una grande fonte di vitamina C ed è anche molto ricco di zuccheri. A differenza di alcuni animali, gli esseri umani non possono produrre da soli la vitamina C. Alcuni dei modi migliori per ottenere più vitamina C sono:

  • Peperoni rossi, gialli e arancioni
  • Camu camu berry in polvere
  • Agrumi
  • kiwi
  • Broccoli

Assumo integratori di vitamina C di alta qualità insieme a una vera dieta alimentare.

Vitamina D

Abbiamo bisogno di vitamina D per tante cose, ma soprattutto per il nostro sistema immunitario. Secondo il Linus Pauling Institute della Oregon State University, un sistema immunitario mal funzionante indebolisce la barriera cutanea, provocando secchezza e infiammazione. Una quantità insufficiente di vitamina D elimina anche la sensibilità all'insulina, che a sua volta causa il collagene rigido e invecchiato prematuramente.

Puoi testare i tuoi livelli di vitamina D per vedere dove ti trovi. Tuttavia, la maggior parte delle persone è troppo bassa.

Dove trovarlo

Molti si rivolgono al latte fortificato pastorizzato per la loro vitamina D, ma questa non è l'opzione migliore. Una tazza di latte fortificato contiene solo l'8% di vitamina D contenuta in un cucchiaio di olio di fegato di merluzzo! I latticini nutriti con erba hanno livelli naturalmente più elevati di vitamina D, non è necessaria alcuna fortificazione.

È importante notare che, sebbene i funghi siano tecnicamente ricchi di vitamina D, contengono D2, non D3.

La maggior parte delle prove indica che la vitamina D3 aumenta i livelli sierici in misura maggiore e mantiene questi livelli più alti più a lungo della vitamina D2. (NIH Office of Dietary Supplements)

Altre fonti di vitamina D includono:

Vitamina K2

La vitamina K2 funziona insieme alle vitamine A e D, magnesio e calcio per un migliore assorbimento e funzione. Questa vitamina si lega al calcio e gli dice dove andare nel corpo. K2 aiuta a prevenire la calcificazione e la durezza dell'elastina.

Dove trovarlo

K2 si trova principalmente nella carne e nei latticini nutriti con erba, in particolare nel burro. Questo non è lo stesso di K1 che si trova nelle verdure a foglia verde scuro. Il nostro intestino può convertire un po 'di K1 in K2 ma una funzione intestinale compromessa (che molti di noi hanno), interferisce con il processo di conversione.

Troverai K2 in:

Zinco

Questo nutriente è fondamentale per la salute della pelle. Un articolo del 2016 in Archivi di Biochimica e Biofisica sottolinea che la pelle ha alcuni dei più alti livelli di zinco, principalmente nell'epidermide. Lo zinco aiuta a creare le cellule della pelle dei cheratinociti e a mantenere l'integrità della pelle. Svolge anche un ruolo nella guarigione delle ferite.

Dove trovarlo

Lo zinco può essere applicato localmente, ma mangiarlo è meglio. Troppo zinco applicato sulla pelle può diventare tossico.

Ostriche sono di gran lunga la più alta fonte di zinco al 673% del tuo valore giornaliero in sole 3 once. Altre buone fonti includono:

  • Manzo
  • Granchio
  • Aragosta
  • Carne di maiale
  • Fagioli
  • Pollo di carne scura
  • Semi di zucca

Se vuoi provare un integratore di zinco, considera prima queste informazioni.

Rame

Quando pensi al rame potresti pensare a pentole e padelle, ma è anche necessario per il nostro corpo. Abbiamo bisogno di un minimo di 2 parti di zinco per 1 parte di rame, anche se per mantenere un sano equilibrio. Il rame attiva un enzima che aiuta a rassodare la pelle.

Dove trovarlo

Sono disponibili integratori di rame, ma generalmente è più sicuro prendilo dal cibo. Le fonti includono:

  • Fegato di manzo
  • Ostriche
  • Granchio
  • Cioccolato fondente
  • Funghi
  • mandorle
  • Anacardi
  • Semi di girasole

Vitamina A

Questa vitamina svolge un ruolo fondamentale nella salute della pelle. Un articolo del 2019, Vitamina A e guarigione delle ferite, riferisce che stimola la crescita delle cellule della pelle e il collagene nella pelle. Entrambi sono importanti per una pelle soda e non flaccida.

Dove trovarlo

A differenza di alcuni nutrienti, non è consigliabile integrare con vitamina A. Sia gli integratori di beta-carotene che quelli preformati di vitamina A (retinoidi) possono essere mortali. È noto che gli integratori di retinoidi causano difetti alla nascita.

Anche se troppa vitamina A, soprattutto dagli integratori, non è una buona idea, è fondamentale per ottenere livelli normali attraverso il cibo. Circa il 45% di noi ha una risposta geneticamente bassa al beta-carotene, secondo i risultati di un articolo del 2012 nel Journal of Nutrition. Ciò significa che la vitamina A preformata da alimenti animali può essere ottimale per alcune persone. Alcune buone fonti di vitamina A includono:

  • Fegato di manzo
  • aringa
  • Ricotta
  • Uovo
  • Salmone
  • Latticini
  • Verdure arancioni (beta carotene)

Resveratrolo

Si ritiene che il resveratrolo aiuti a migliorare l'aspetto della pelle e abbia effetti antietà. Secondo dermatologa Rachel Nazarian, il resveratrolo può migliorare la consistenza e la compattezza della pelle. Idrata la pelle, disattiva i radicali liberi e supporta la produzione di collagene.

Mentre i ricercatori affermano che le prove che il resveratrolo influisce positivamente sulla pelle è sottile, ci sono più ricerche che puntano alla sua capacità di farlo aumentare la perdita di peso.

Dove trovarlo

Buone notizie, troverai il resveratrolo nel vino naturale. Altre fonti includono:

  • Bucce di uva rossa
  • Succo d'uva viola
  • Gelsi

Berberina

Naturalmente presente in alcune piante, come la radice di crespino, la berberina viene utilizzata nei prodotti antietà. Può aiutare a prevenire l'infiammazione della pelle e aiuta a mantenere il collagene sano nella pelle.

Uno studio del 2008 riporta anche che la berberina mitiga gli effetti dei danni causati dai raggi UV.

Dove trovarlo

  • Corteccia di radice di crespino
  • Crespino essiccato
  • Glicerite di crespino

EGCG (dal tè verde)

Si trova nel matcha e nel tè verde, l'epigallocatechina gallato (EGCG), aiuta a rassodare la pelle flaccida e cascante. L'EGCG ritarda l'invecchiamento cellulare e svolge un ruolo nella riparazione del DNA. Questo antiossidante aiuta anche la pelle a trattenere l'umidità e riduce le rughe. Un articolo del 2019 in Nutrienti scoperto che aumenta sia il collagene che l'elastina.

Dove trovarlo

Acido alfa lipoico (ALA)

L'ALA è un antiossidante presente in ogni singola cellula del corpo. Si pensa che aiuti con la perdita di peso e la produzione di collagene. Un articolo del 2013 in British Journal of Dermatology segnalato ALA è antinfiammatorio e aiuta a combattere la pelle danneggiata.

Dove trovarlo

A differenza di alcune vitamine, il nostro corpo sintetizza l'ALA. Quindi, fondamentalmente, una dieta sana ed equilibrata ci fornisce gli strumenti grezzi di cui abbiamo bisogno per produrre ALA. Molti alimenti contengono ALA in piccole quantità, ma si possono trovare principalmente in:

  • Carni d'organo
  • Semi di lino e olio di semi di lino
  • Semi di chia
  • Semi di canapa

Ciao ciao pelle sciolta!

Perdere peso può essere un'esperienza liberatoria (insieme ad amare il proprio corpo esattamente così com'è)! Spazzolare a secco, luce rossa e concentrarsi su determinati nutrienti possono trarre vantaggio dall'interno e dall'esterno, migliorando la salute e rendendo la pelle il più sana possibile.

Questo articolo è stato rivisto dal punto di vista medico da Madiha Saeed, MD, un medico di famiglia certificato dal consiglio di amministrazione. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlare con il tuo medico.

Quali sono alcuni modi in cui stai sostenendo la tua pelle dopo la perdita di peso?

Fonti:

  1. Anderson I. (1995). Zinco come aiuto alla guarigione. Tempi infermieristici, 91 (30), 68-70.
  2. Beitner H. (2003). Studio randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco sull'efficacia clinica di una crema contenente il 5% di acido alfa-lipoico correlato al fotoinvecchiamento della pelle del viso. La rivista britannica di dermatologia, 149 (4), 841–849.
  3. Cleveland Clinic. (2016, 17 marzo). Una panoramica della tua pelle. Cleveland Clinic.
  4. Drake, V. (2011, novembre). Vitamina D e salute della pelle. Istituto Linus Pauling della Oregon State University.
  5. Galimberti, F., Mesinkovska, N. (2016, ottobre). Reperti cutanei associati a carenze nutrizionali. Cleveland Clinic Journal of Medicine 83 (10) 731-739.
  6. Goodman, G. E., Thornquist, M. D., Balmes, J., Cullen, M. R., Meyskens, F. L., Jr, Omenn, G. S., Valanis, B., & Williams, J. H., Jr (2004). Lo studio sull'efficacia del beta-carotene e del retinolo: incidenza di cancro ai polmoni e mortalità per malattie cardiovascolari durante il follow-up di 6 anni dopo l'interruzione degli integratori di beta-carotene e retinolo. Giornale del National Cancer Institute, 96 (23), 1743-1750.
  7. Holmes, A. M., Kempson, I., Turnbull, T., Paterson, D., & Roberts, M. S. (2018). Imaging della penetrazione e distribuzione delle specie di zinco e zinco dopo l'applicazione topica di piritione di zinco sulla pelle umana. Tossicologia e farmacologia applicata, 343, 40–47.
  8. Kim, S., Kim, Y., Kim, J. E., Cho, K. H. e Chung, J. H. (2008). La berberina inibisce l'espressione di MMP-9 e IL-6 indotta da TPA nei cheratinociti umani normali. Fitomedicina: rivista internazionale di fitoterapia e fitofarmacologia, 15 (5), 340-347.
  9. Kim, S., e Chung, J. H. (2008). La berberina previene la MMP-1 indotta dai raggi UV e la riduzione dell'espressione del procollagene di tipo I nei fibroblasti dermici umani. Fitomedicina: rivista internazionale di fitoterapia e fitofarmacologia, 15 (9), 749–753.
  10. Kim, E., Hwang, K., Lee, J., Han, S. Y., Kim, E. M., Park, J., & Cho, J. Y. (2018). Effetto protettivo della pelle dell'epigallocatechina gallato. Rivista internazionale di scienze molecolari, 19 (1), 173.
  11. Kuzma, C. (2015, 22 dicembre). 8 modi per mantenere la pelle soda mentre perdi chili. Prevenzione.
  12. Lietz G, Oxley A, Leung W, Hesketh J. Polimorfismi a singolo nucleotide a monte del gene p-carotene 15,15′-monossigenasi influenzano l'efficienza di conversione della provitamina A nelle volontarie di sesso femminile. J Nutr. Gennaio 2012; 142 (1): 161S-5S. doi: 10.3945 / jn.111.140756. Epub 23 novembre 2011. PMID: 22113863.
  13. Mailing, L. (2018, 2 luglio). Le 16 vitamine e minerali essenziali per la salute dell'intestino e della pelle.
  14. Mclintock, K. (2020, 11 dicembre). Un massaggiatore facciale è il segreto per una pelle più soda e compatta? Investighiamo. Byrdie.
  15. Mori, M., Ikeda, N., Kato, Y., Minamino, M. e Watabe, K. (2002). Inibizione dell'attività dell'elastasi da parte degli oli essenziali in vitro. Giornale di dermatologia cosmetica, 1 (4), 183–187.
  16. NIH U.S. National Library of Medicine, (2020, 4 aprile). Resveratrolo. Medline Plus.
  17. Prasanth, M. I., Sivamaruthi, B. S., Chaiyasut, C., & Tencomnao, T. (2019). Una rassegna del ruolo del tè verde (Camellia sinensis) nell'antiphotoaging, nella resistenza allo stress, nella neuroprotezione e nell'autofagia. Nutrienti, 11 (2), 474.
  18. Rucker, R. B., Kosonen, T., Clegg, M. S., Mitchell, A. E., Rucker, B. R., Uriu-Hare, J. Y., & Keen, C. L. (1998). Reticolazione delle proteine ​​della matrice extracellulare e del rame, della lisilossidasi. La rivista americana di nutrizione clinica, 67(5 Suppl), 996S-1002S.
  19. Shunatona, B. (2020, 6 febbraio). I dermatologi adorano il resveratrolo (che si trova nel vino rosso) per una pelle sana. Byrdie.
  20. Wintergerst, E. S., Maggini, S., & Hornig, D. H. (2007). Contributo di vitamine e oligoelementi selezionati alla funzione immunitaria. Annali di nutrizione e metabolismo, 51 (4), 301–323.
  21. Zinder, R., Cooley, R., Vlad, L. G. e Molnar, J. A. (2019). Vitamina A e guarigione delle ferite. Nutrizione nella pratica clinica: pubblicazione ufficiale della American Society for Parenteral and Enteral Nutrition, 34 (6), 839–849.420