Per molti anni ho sospettato di avere una qualche forma di problema alla tiroide basato sulla mia ricerca e sintomi come pelle secca, affaticamento occasionale, difficoltà a perdere peso dopo aver avuto un bambino e diradamento dei capelli. Anche con tutti quei sintomi, non sono mai stato in grado di ottenere risposte dai test convenzionali che hanno dimostrato che i miei ormoni tiroidei T3 e T4 erano nel range normale.

Per fortuna, ho trovato un medico straordinario specializzato in ormoni e problemi endocrini e con ulteriori esami del sangue e un'ecografia della tiroide, è stato in grado di capire finalmente con cosa stavo lottando: la tiroidite di Hashimoto (una condizione autoimmune in cui il corpo crea anticorpi contro il tiroide).

Perché iniziano i problemi autoimmuni

Molti diversi disturbi e malattie che sperimentiamo sono di natura autoimmune. In effetti, ce ne sono più di 100 malattie autoimmuni! Mentre l'Hashimoto è comune, lo sono anche la celiachia, il morbo di Crohn, la malattia infiammatoria intestinale (IBD), l'artrite reumatoide e molti altri.

La malattia autoimmune si verifica quando il sistema immunitario prende di mira erroneamente le cellule del tuo corpo come il nemico, provocando danni. Non tutte le malattie autoimmuni presentano gli stessi sintomi, ma sono tutte causate allo stesso modo.

Il sistema immunitario è un'intricata rete di difesa progettata per distruggere batteri e virus prima che possano danneggiare il modo in cui funzionano le nostre cellule. Quando il sistema immunitario attraversa i suoi fili e prende di mira le proteine ​​del proprio corpo, invece di proteine ​​estranee che attaccano, il risultato è una malattia autoimmune.

La maggior parte delle malattie autoimmuni non causa sintomi immediati. Nel tempo, poiché il danno viene fatto lentamente, i sintomi possono accumularsi. Puoi essere geneticamente incline a determinati problemi autoimmuni e di solito la genetica può causare dal 20 al 30 percento delle tue probabilità di contrarre una malattia autoimmune.

Gli altri fattori di rischio derivano dallo stile di vita, dalla dieta, dall'ambiente in cui vivi, dagli ormoni, dalle infezioni e dallo stress. Non puoi sempre controllarli, proprio come non puoi controllare la tua genetica, ma puoi sicuramente influenzare il tuo stile di vita, l'ambiente e la dieta.

Come funziona una dieta autoimmune

La dieta è particolarmente utile sia per prevenire che per affrontare le malattie autoimmuni. Puoi mangiare per aiutare a invertire la permeabilità intestinale, una condizione in cui la funzione di barriera dell'intestino non agisce come dovrebbe. Questo può far entrare particelle nel tuo flusso sanguigno, che può mettere il tuo sistema immunitario in allerta.

Il protocollo autoimmune è un sistema alimentare progettato per rimuovere gli alimenti che peggiorano la permeabilità intestinale, interrompono l'equilibrio batterico intestinale, causano infiammazioni e pasticciano gli ormoni. È una dieta paleo modificata per supportare una salute intestinale ottimale e aiutare il tuo corpo a iniziare a guarire. È ricco di sostanze nutritive in modo da poter ricostruire le riserve di nutrienti, dando al tuo corpo gli elementi costitutivi di cui ha bisogno per rimettere in ordine il tuo sistema immunitario.

La ricerca del 2017 ha dimostrato che questo tipo di dieta può aiutare a migliorare i sintomi e l'infiammazione nei pazienti con malattia di Crohn e colite ulcerosa. Anche se lo studio era piccolo, molti professionisti della medicina funzionale giurano su questa dieta con i loro pazienti autoimmuni.

Perché alcune diete potrebbero non funzionare per l'autoimmunità

Una volta che hai una reazione autoimmune, potrebbe essere necessario rimuovere molti trigger alimentari per ridurre l'infiammazione. Potrebbe non essere necessario eliminarli per sempre, ma anche senza essere allergici agli alimenti, alcuni possono intralciare il processo di guarigione.

La dieta GAPS è stata progettata sulla teoria che alcuni alimenti potrebbero dover essere eliminati e quindi reintrodotti gradualmente nel tempo. L'AIP, o dieta del protocollo autoimmune, è stata progettata con lo stesso pensiero in mente, specificamente per le malattie autoimmuni.

Sebbene le malattie autoimmuni non possano essere curate, possono essere messe in remissione apportando modifiche che riducono il numero di anticorpi che il sistema immunitario sta producendo contro il proprio corpo.

Non tutte le diete funzioneranno per supportare l'autoimmunità. Mentre molti eliminano gli alimenti che potrebbero essere fattori scatenanti, i programmi dietetici come cheto, senza glutine e persino il paleo tradizionale non si concentrano specificamente sull'infiammazione e sulla salute dell'intestino. La dieta AIP è stata progettata per aiutare le persone con problemi autoimmuni.

Molti cibi sani vengono temporaneamente eliminati con una dieta AIP. Questo non significa che non siano sani, significa solo che stanno lavorando contro di te per ora. Questi alimenti possono includere belladonne (come pomodori, melanzane e peperoni), cereali, uova, semi e noci.

La mia esperienza con la dieta paleo autoimmune (dieta AIP)

Sono passato a una dieta con protocollo autoimmune dopo la diagnosi di Hashimoto nella speranza di dare al mio sistema immunitario un po 'di tempo per riprendersi. Speravo che sarebbe stato utile, ma sono rimasto INCREDIBILE per quanto velocemente ha aiutato.

Entro la prima settimana, ho visto il mio gonfiore andare via e avevo più energia. Anche il mio nodulo tiroideo si è sentito notevolmente più piccolo. La mia pelle è persino migliorata. Parla del progresso!

Per due mesi ho seguito rigorosamente il protocollo. Ho perso un po 'del mio peso ostinato e mi sono sentito molto meglio. Mi ha anche aiutato a identificare gli alimenti a cui non rispondevo molto bene, ma che non avevo notato prima erano problematici. Le uova erano una cosa che ho capito che non potevo mangiare, il che è stato confermato da un esame del sangue in seguito.

Dopo un po 'di tempo, sono stato in grado di reintrodurre la maggior parte degli alimenti senza problemi e mi sentivo sempre meglio. Tuttavia, ho avuto qualche riacutizzazione (come il non dormire e lo stress per finire il mio libro). Questo dimostra quanto siano realmente legate allo stress e allo stile di vita le nostre malattie autoimmuni!

Il sonno e lo stress sono entrambi fattori enormi per la salute generale e sono particolarmente importanti per chi ha qualsiasi tipo di condizione di salute. La dieta AIP è un ottimo strumento per lavorare verso il recupero dall'autoimmunità, ma è necessario lo stile di vita per supportare la dieta.

Risorse per la dieta autoimmune e come iniziare

L'idea generale della dieta autoimmune è che stai rimuovendo qualsiasi alimento potenzialmente infiammatorio, ma le specifiche sono un po 'più difficili. Alcune fonti considerano OK cibi come frutta e patate dolci, mentre altre no. Per riferimento, alcune fonti che trovo più utili sono:

Di seguito troverai ricette autoimmuni amichevoli. Puoi anche scarica la lista completa degli alimenti che ho usato cliccando qui (PDF). Quando conosci gli alimenti e le ricette su cui lavorare, è facile impostare il tuo programma alimentare, anche se hai appena iniziato!

Cosa mangiare

Può sembrare opprimente, ma questo modo di mangiare è in realtà relativamente semplice se segui un modello. La mia giornata tipica con la dieta autoimmune è stata:

  • Prima colazione: Uno scramble di carne e verdure cotte, una tazza di brodo di ossa fatto in casa, alcune verdure fermentate e integratori.
  • Pranzo: Un'enorme insalata con proteine ​​avanzate (carne, frattaglie o pesce) e un piccolo pezzo di frutta, una tazza di brodo di ossa, kefir di acqua fermentata o kombucha e olive.
  • Cena: Un soffritto con qualche tipo di proteina (carne, frattaglie, frutti di mare) con molte verdure e spezie consentite, integratori serali e almeno 1 tazza di amido sano come zucca invernale cotta, zucca, ecc. Ho anche fatto molto di zucche e zuppe ripiene.

Faccio molto affidamento su grandi insalate, fritture e casseruole durante la dieta autoimmune. Quando ho iniziato, sembrava che non potessi mangiare nulla e mi stessi privando di tutto, ma è importante ricordare che molte volte il corpo è carente di alcuni nutrienti a causa di una malattia autoimmune.

Durante il ripristino di 30 giorni, mi sono concentrato sul nutrire ampiamente il mio corpo con quante più proteine, verdure e grassi sani di alta qualità potevo consumare. A volte potevo essere stanco delle mie scelte alimentari, ma di certo non ho mai patito la fame.

Mi sono anche concentrato sul consumo di una TONNELLATA di verdure durante questo periodo, dopo aver parlato con il dottor Terry Wahls e aver letto il suo libro, Il protocollo Wahls. Il dottor Wahls sottolinea l'importanza di consumare almeno 9 tazze di verdura al giorno, comprese 3 tazze di verdure a foglia verde, 3 tazze di verdure o frutta dai colori vivaci e 3 tazze di prodotti contenenti zolfo come cipolla, aglio, cavolfiore o cavolo.

Altre cose a supporto del tuo piano alimentare AIP

La dieta è estremamente importante per tutti gli aspetti della salute e per me è diventata ancora più importante dopo la diagnosi di malattia autoimmune. Tuttavia, non è affatto l'unico fattore. Personalmente, ho scoperto che queste altre cose erano ugualmente importanti per il recupero per me:

  • Dormire. È la mia nemesi! Mi piace stare sveglio fino a tardi e risparmiare sul sonno così posso fare di più. Il mio corpo non ama questo. Ho scoperto che quando dormo almeno 8-8,5 ore a notte, vedo migliorare i miei indicatori di salute (esami del sangue, glicemia a digiuno, ecc.). Ecco alcuni suggerimenti per migliorare il sonno (anche da mamma!).
  • Riduzione dello stress. Anche per me è difficile, ma lo stress può avere un impatto tanto quanto la dieta sulla salute intestinale e sui livelli ormonali. Ho scoperto che anche con una buona dieta, ho iniziato a notare i sintomi che si ripresentavano mentre ero sotto lo stress di finire il mio libro. Usa questi metodi per controllare lo stress e calmare il corpo.
  • Integratori. Ho esitato a includere questa parte perché se dieta, stress e sonno non sono sotto controllo, questo non aiuta affatto! Ho scoperto che alcuni integratori sono stati di grande aiuto una volta che ho ottimizzato altri fattori. Prendo personalmente farmaci per la tiroide WP-Thyroid (sotto la cura del mio medico), Betaina HCL con pasti proteici, 5-MTHF e Metil-B12, Probiotici, Olio di fegato di merluzzo fermentato, Supporto cortisolo, Omega-3, Vitamina D (e sole ogni giorno al mattino), Magnesio, L-glutammina, Gelatina e vitamina C. Consiglio vivamente di consultare un buon medico di medicina funzionale e di scoprire di cosa hai bisogno personalmente prima di assumere qualsiasi integratore.
  • Movimento delicato. Non devi esercitarti vigorosamente, ed è probabilmente difficile quando hai appena iniziato, ma un po 'di esercizio leggero un paio di volte a settimana può aiutare con la rigidità articolare, la digestione e l'umore generale. Una camminata a ritmo lento, un po 'di yoga o anche una leggera nuotata possono fare molto per aiutare il tuo corpo a riprendersi.
  • Gratitudine. Non puoi stare in salute senza pensieri sani. (Chiedimi come lo so). Prova a tenere un diario della gratitudine per riqualificare il tuo cervello, alleviare lo stress e fare pace con il tuo corpo. Fa miracoli!

Incoraggiamento alla dieta autoimmune

Questa dieta è difficile. Così è la gravidanza. A volte le cose migliori della vita richiedono un po 'di lavoro e negazione di sé. La fase di eliminazione è temporanea e ti offre una finestra sul tuo corpo e su ciò che devi mangiare per una salute ottimale.

Non lasciare che ti causi ulteriore stress. Non lasciare che questo ti tenga sveglio la notte. Cerca di concentrarti sul nutrire e amare il tuo corpo e fornirgli gli elementi costitutivi di cui ha bisogno per funzionare in modo ottimale. Se puoi, incoraggia un amico o un familiare a essere in viaggio con te per ricevere supporto.

La fase iniziale è di soli 30 giorni. Di seguito ho incluso alcune risorse che renderanno la pianificazione e il passaggio di quei giorni molto più facili di quanto non fossero per me! Ho incluso le mie ricette dietetiche autoimmuni preferite (con alcune modifiche), un elenco di alimenti e i migliori consigli alimentari che ho usato per avere successo in questa dieta di eliminazione. Il successo che ho sperimentato come risultato ha reso tutto più che valsa la pena.

Iniziare con le ricette per la dieta autoimmune

Ci sono alcuni principi fondamentali che sono vantaggiosi per tutti quando si tratta di salute (come evitare zuccheri, oli e cereali trasformati), ma il resto è davvero una questione di personalizzazione. Ecco perché il ripristino di 30 giorni è così vantaggioso. Dà al tuo corpo una pausa temporanea da cibi potenzialmente infiammatori e poi ti consente di reintrodurli in un secondo momento per determinare cosa funziona meglio per te.

Queste sono le ricette che ho usato durante il mio ripristino di 30 giorni. Se hai le tue ricette e vuoi controllare se sono compatibili con la dieta autoimmune, puoi farlo scarica questa guida alla lista degli alimenti in PDF.

Ricette dietetiche autoimmuni

Potresti non essere in grado di mangiare tutti i cibi a cui sei abituato, ma sei ancora pronto per un delizioso programma alimentare. Avocado, latte di cocco, burro chiarificato e carne nutrita con erba rendono questa dieta ricca di grassi sani, e otterrai anche molti altri cibi ricchi di nutrienti come verdure a foglia verde, patate dolci, zucche, bacche e altro ancora.

Ricette principali:

Ricette principali del pasto:

  • Ricetta saltata in padella di manzo e cavolo (omettere le spezie a base di semi o condimenti di latticini)
  • Fegato e Cipolle con Pancetta (ometti il ​​pepe e usa l'olio di cocco o il grasso di pancetta al posto del burro)
  • Barche di zucca invernale ripiene per bambini (omettere pepe, usare olio di cocco al posto del burro, omettere parmigiano, uova, noci pecan e panna acida)
  • Zucchine ripiene (omettere pepe, uova, peperone e condimenti a base di latticini)
  • Carne di manzo e zucchine saltate in padella (usa olio di cocco al posto del burro, ometti pepe / fiocchi di peperoncino e latticini)
  • Stir Fry di manzo e broccoli (usa olio di cocco o grasso animale al posto del burro, ometti la radice di freccia e i semi di sesamo)
  • Ricetta semplice Chuck Roast (omettere pepe)
  • Carne macinata di manzo essiccata (ometti pepe e spezie opzionali)
  • Pollo alle mele e pancetta (omettere la salsa barbecue e aggiungere altre spezie approvate se lo si desidera)
  • Polpette greche (omettere farina di mandorle, uova, pepe e salsa. Servire invece sopra fette di cetriolo e insalata)
  • Bocconcini di pollo con pancetta (omettete senape e pepe)
  • Chicken Apple Stir Fry (usa olio di cocco o grasso animale al posto del burro, ometti il ​​pepe)
  • Chicken Squash Stir Fry (usa olio di cocco e ometti pepe e spezie opzionali)
  • Parsnip Shrimp Lo Mein (omettere pepe e fagiolini)
  • Marocchino saltato in padella (omettere cumino e pepe)
  • Pollo alla carbonara (omettete parmigiano e panna e usate olio di cocco o grasso animale al posto del burro)
  • Pollo arrosto nella pentola a cottura lenta (usa olio di cocco o grasso di pancetta al posto del burro)
  • Patate dolci ripiene (omettere pepe e condimenti)
  • Chips di cavolo croccante
  • Cavolini di Bruxelles arrostiti (omettere il pepe)
  • Mele Ripiene Salsiccia (omettere il pepe)
  • Costolette di maiale alle mele (omettete il pepe, usate l'olio di cocco al posto del burro)
  • Insalata di patate dolci al bacon e lime (omettere i fiocchi di peperone e peperoncino)
  • Dragoncello d'acero Carote (ridurre a metà il miele ed omettere il pepe)
  • Fette di cavolo arrosto (omettere pepe e spezie a base di semi)
  • Asparagi avvolti nel prosciutto (omettere il pepe)
  • Cavolfiore schiacciato (omettere latticini e pepe)
  • Patatine fritte di patate dolci (omettere il pepe)
  • Salmone avvolto con bietole (usa olio di cocco o olio d'oliva al posto del burro, ometti il ​​pepe)
  • Insalata di cetrioli e cipolle (omettere pepe e stevia)
  • Zuppa di carote e zenzero (omettete curry e pepe)

Ricette per snack:

Attenersi a una dieta può essere difficile e avere a portata di mano spuntini compatibili con l'AIP aiuta davvero! Questi sono alcuni che mi fanno andare avanti:

Suggerimenti per il successo con una dieta AIP

Cucinare il 100 percento del cibo da zero da un elenco limitato di alimenti può essere piuttosto travolgente. Uso questa app per la pianificazione dei pasti per aiutarmi e mi assicuro anche di avere una scorta di cibi approvati precotti nel congelatore durante la dieta di 30 giorni.

La maggior parte dei frullati di Daily Harvest sono autoimmuni, così come molti pasti della Good Kitchen. Li uso entrambi per spuntini e pasti di emergenza per impedirmi di uscire dai binari. La mia salute vale la spesa extra e, come ho detto, comodità come queste mi impediscono di spendere soldi mangiando fuori o mangiando cibi fuori programma.

Questo articolo è stato rivisto dal punto di vista medico da Madiha Saeed, MD, un medico di famiglia certificato dal consiglio e Dr. Scott Soerries, MD, Medico di famiglia e direttore medico di SteadyMD. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlare con il tuo medico.

Hai mai provato la dieta autoimmune? Hai qualche ricetta adatta alla dieta autoimmune? Per favore condividili qui sotto!

Fonti:

  1. Associazione americana delle malattie autoimmuni. (n.d.). Elenco delle malattie. https://www.aarda.org/diseaselist/
  2. Smith, D. A. e Germolec, D. R. (1999). Introduzione all'immunologia e all'autoimmunità. Prospettive di salute ambientale, 107 Suppl 5 (Suppl 5), 661–665. https://ehp.niehs.nih.gov/doi/10.1289/ehp.99107s5661
  3. Konijeti, GG, Kim, N., Lewis, JD, Groven, S., Chandrasekaran, A., Grandhe, S., Diamant, C., Singh, E., Oliveira, G., Wang, X., Molparia, B., e Torkamani, A. (2017). Efficacia della dieta protocollo autoimmune per la malattia infiammatoria intestinale. Malattie infiammatorie intestinali, 23 (11), 2054-2060. https://academic.oup.com/ibdjournal/article/23/11/2054/4791635

Fallo con me! Ci stai? Fammi sapere di seguito qual è la tua lotta e i risultati che vedi!

Ho usato questo programma di dieta autoimmune di ripristino di 30 giorni per aiutare a gestire la mia tiroidite di Hashimotos e ottenere la remissione della mia malattia autoimmune.