Sono un fan dell'olio di cocco da molto tempo. È un olio altamente nutriente con centinaia di usi e ultimamente mi sono imbattuto in molte fonti che pubblicizzano i benefici dell'olio di cocco per i capelli. Può certamente essere utile per alcuni tipi di capelli se usato correttamente, ma molte fonti consigliano di usarlo in modi che potrebbero fare più male che bene.

Prima di andare a versare l'olio di cocco su tutta la testa, assicurati di sapere come usarlo correttamente per ottenere i benefici senza danneggiare i tuoi capelli!

Perché usare l'olio di cocco per i capelli?

L'idea di mettere l'olio direttamente nei capelli può sembrare controintuitiva, soprattutto a chiunque abbia i capelli naturalmente grassi. Eppure i trattamenti con olio per capelli nutrienti sono stati usati per migliaia di anni.

Utilizzando una certa proporzione di oli benefici, l'olio per capelli può aggiungere vita e idratazione ai capelli. Inoltre non è pensato per essere un prodotto quotidiano.

Ma perché l'olio di cocco?

L'olio di cocco è la fonte naturale più ricca di acidi grassi a catena media (MCFA), speciali tipi di acidi grassi con proprietà antibatteriche e antimicrobiche che sono molto nutrienti per il corpo. È particolarmente alto nella catena C12 degli MCFA noti come acido laurico.

Le proprietà dell'olio di cocco gli consentono di penetrare nei capelli in modi che altri oli non sono in grado di fare, motivo per cui alcune persone notano risultati sorprendenti in tempi relativamente brevi quando usano l'olio di cocco per capelli.

Ciò è dovuto al suo basso peso molecolare e alla struttura a catena lineare diritta, che riduce la perdita di proteine ​​sia per i capelli non danneggiati che per quelli danneggiati.

Per ottenere i migliori risultati, gli studi suggeriscono che l'olio di cocco è meglio usato prima o dopo lo shampoo.

L'olio di cocco può danneggiare i capelli?

Non c'è dubbio che alcuni oli possano essere utili per i capelli. Eppure molti di noi eliminano gli oli benefici dallo shampoo eccessivo, portando il corpo ad aumentare la produzione di olio naturale per compensare. Questa è una delle ragioni per l'aumento dei cosiddetti metodi no-poo.

A causa dello shampoo eccessivo e della cattiva alimentazione, a molti di noi mancano anche i nutrienti vitali di cui abbiamo bisogno per costruire capelli sani in primo luogo, ma l'aggiunta di olio ai capelli è la soluzione?

Non necessariamente!

Alcuni oli sembrano essere universalmente benefici per i capelli, ma l'olio di cocco non è sempre uno di questi. Ad esempio, l'olio di ricino è un antico segreto di bellezza per aumentare la crescita dei capelli. Lo uso su capelli e ciglia e ho visto risultati sorprendenti e centinaia di commentatori hanno avuto un'esperienza simile.

L'olio di cocco, d'altra parte, ottiene risultati contrastanti. Alcune persone riferiscono di avere capelli immediatamente più sani e lisci, mentre altri affermano che i loro capelli sono caduti a manciata dopo averli usati.

Quindi come può una persona sapere se mettere l'olio di cocco sui capelli sarà utile o causerà problemi?

L'olio di cocco non è per tutti i tipi di capelli

Non sorprende che diversi tipi di capelli rispondano agli oli in modo diverso. L'olio di cocco non funziona per tutti i tipi di capelli.

Poiché aiuta i capelli a mantenere le sue proteine ​​naturali, può essere utile per coloro che non hanno abbastanza proteine ​​naturali nei follicoli piliferi.

In genere, quelli con capelli da fini a medio lucenti vedrà buoni risultati dall'olio di cocco e noterà capelli più forti e lucenti con più volume.

Quelli con capelli ruvidi o secchi potrebbe non lottare affatto con il basso contenuto di proteine ​​e l'olio di cocco può portare a capelli più fragili e alla caduta dei capelli.

Queste persone possono trarre maggiori benefici da altri tipi di olio come l'olio di marula o l'olio di argan.

Dovrebbe essere ovvio, ma chiunque abbia un'allergia o una reazione alle noci di cocco o all'olio di cocco non dovrebbe usare questi prodotti nemmeno sui capelli, indipendentemente dal tipo di capelli.

Come usare in sicurezza l'olio di cocco per i capelli

Coloro che pensano che l'olio di cocco possa essere benefico per i loro tipi di capelli possono trarne beneficio, ma ci sono alcune migliori pratiche quando si usa l'olio di cocco per capelli:

  • Evita il cuoio capelluto: Sebbene l'olio di cocco sembri essere benefico per coloro che lottano con la forfora che ha una componente fungina, altri potrebbero vedere effetti negativi dall'uso dell'olio di cocco direttamente sul cuoio capelluto. L'olio di cocco può ostruire i pori e causare irritazione ad alcuni tipi di cuoio capelluto (proprio come fa su alcuni tipi di pelle) ed è meglio usarlo direttamente sui capelli e non sul cuoio capelluto (di quelli con il giusto tipo di capelli).
  • Inizia con piccole quantità: Probabilmente hai sentito il detto "troppo di una buona cosa", e questo vale assolutamente quando si tratta di usare l'olio di cocco nei capelli. Inizia con una piccola quantità e guarda come rispondono i tuoi capelli. Per ottenere i migliori risultati, prova a strofinare una piccola quantità di olio di cocco tra le mani per riscaldarlo e lavorare delicatamente sui capelli. Questo dovrebbe aiutare a domare l'effetto crespo e rendere i capelli lucenti senza gli effetti negativi.
  • Aggiungi altri ingredienti: L'aggiunta di altri oli può cambiare il modo in cui l'olio di cocco influisce sui capelli. Ad esempio, l'olio di cocco non sembra rendere i capelli secchi o fragili se combinato con gli acidi grassi monoinsaturi dell'olio d'oliva o se mescolato con olio di argan o marula (entrambi ottimi per i capelli). Gli zuccheri semplici del miele possono nutrire i capelli e renderli naturalmente lisci e senza effetto crespo. Come trattamento profondo, mescolare l'olio di cocco con miele e yogurt può offrire più benefici del solo olio di cocco.
  • Combina con i prodotti per capelli giusti: Molti prodotti per capelli fatti in casa non contengono i detergenti chimici e i tensioattivi che contengono molti shampoo e prodotti commerciali, rendendo loro difficile rimuovere il sebo in eccesso dai capelli, soprattutto in grandi quantità. A questo scopo consiglio uno shampoo chiarificante acquistato in negozio, come il mio Wellnesse Shampoo per tutti i tipi di capelli o questo shampoo chiarificante biologico.

Il miglior consiglio per la cura dei capelli: mangia invece l'olio di cocco!

I capelli non hanno la capacità di digerire o metabolizzare l'olio di cocco come fa il sistema digestivo. Per questo motivo, prova a mangiare olio di cocco invece di metterlo sui capelli per il massimo beneficio. I benefici naturali per la salute dell'olio di cocco possono aiutare a migliorare il tasso di crescita dei capelli dall'interno verso l'esterno.

Infine, proprio come la pelle, i capelli sono un riflesso della salute interna. Gli ormoni possono influenzarlo (uno dei motivi per cui le donne perdono i capelli dopo la gravidanza). Concentrati sul bilanciamento degli ormoni e sul nutrimento del corpo per migliorare i capelli. Affronta fattori come dieta, integratori e sonno e potresti scoprire che il tuo corpo ti ringrazia con capelli più sani, più forti e più lucenti!

Questo articolo è stato rivisto dal punto di vista medico da Madiha Saeed, MD, un medico di famiglia certificato dal consiglio di amministrazione. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlare con il tuo medico.

Usi l'olio di cocco sui tuoi capelli? Quali risultati hai riscontrato? Condividi sotto!

Fonti:

  1. Rele AS, Mohile RB. Effetto dell'olio minerale, dell'olio di girasole e dell'olio di cocco sulla prevenzione dei danni ai capelli. J Cosmet Sci. 2003; 54 (2): 175-192.
  2. Wallace TC. Effetti sulla salute dell'olio di cocco: una revisione narrativa delle prove attuali. J Am Coll Nutr. 2019; 38 (2): 97-107. doi: 10.1080 / 07315724.2018.1497562
  3. Keis K, Persaud D, Kamath YK, Rele AS. Indagine sulle capacità di penetrazione di vari oli nelle fibre dei capelli umani. J Cosmet Sci. 2005; 56 (5): 283-295.
  4. Mhaskar S, Kalghatgi B, Chavan M, Rout S, Gode V. Indice di rottura dei capelli: uno strumento alternativo per la valutazione del danno dei capelli umani. J Cosmet Sci. 2011; 62 (2): 203-207.
  5. Gavazzoni Dias MF. Cosmetici per capelli: una panoramica. Tricologia Int J. 2015; 7 (1): 2-15. doi: 10.4103 / 0974-7753.153450