La stitichezza non è mai divertente da affrontare e spesso può diventare una delle principali preoccupazioni se diventa a lungo termine, specialmente nei nostri kiddos. Tuttavia, è un ottimo indicatore della loro salute generale! Ci sono molteplici ragioni per la stitichezza nei bambini, alcune delle quali potrebbero sorprenderti.

Anche se ha senso pensare alla stitichezza come a un problema intestinale, in questo articolo esaminerò alcune delle cause cerebrali della stitichezza che vengono spesso trascurate quando si cerca di alleviare la stitichezza in modo naturale.

Che cos'è la stitichezza?

Si stima che la stitichezza colpisca fino al 30% dei bambini in tutto il mondo. Secondo il National Institute of Health, la stitichezza è definita come avere meno di 3 movimenti intestinali a settimana. Può anche essere diagnosticato nei casi in cui le feci sono difficili o dolorose da passare.

Il numero ottimale di movimenti intestinali può variare a seconda dell'età. I movimenti intestinali per i neonati possono verificarsi ovunque da 3 a 6 volte al giorno, mentre i bambini e gli adulti possono avere 1-3. Lo sgabello dovrebbe essere ben formato e facile da superare.

Quali sono i segni comuni di stitichezza?

Gli adulti possono sapere benissimo quando sono stitici, ma è più difficile per i bambini capire e comunicare cosa sta succedendo.

Costipazione non significa solo mancanza di movimenti intestinali. Il movimento lento del cibo attraverso il tratto gastrointestinale può essere identificato osservando alcuni dei seguenti segni e sintomi:

  • Aumento del rigurgito e dell'irritabilità nei neonati
  • Difficoltà a far passare le feci che potrebbero diventare rosse in faccia durante il tentativo
  • feci dure Hard
  • Reclami di dolore con movimenti intestinali
  • Reclami di mal di stomaco
  • Gas
  • Sgabelli larghi
  • Sgabello che assomiglia a piccole palline
  • Diminuzione dell'appetito
  • Meno di 3 movimenti intestinali a settimana. L'ideale è un minimo di un movimento intestinale al giorno.
  • Quando si cercano segni di stitichezza, concentrarsi sulla frequenza dei movimenti intestinali, il tempo di transito del cibo attraverso il tratto e la facilità di passaggio delle feci aiuterà a valutare potenziali problemi.

Quali sono le cause della stitichezza?

Ci sono molteplici fattori che possono contribuire alla stitichezza. La stitichezza sia nei bambini che negli adulti può essere dovuta a condizioni mediche o a disfunzioni digestive minori.

Ogni caso è unico, quindi è sempre consigliabile consultare un medico per escludere problemi medici più gravi. I segni di un problema più profondo includono febbre, vomito, significativa perdita di peso e, nel caso di neonati o bambini piccoli, insolita pignoleria.

Alcune condizioni mediche comuni che causano stitichezza sono:

  • Problemi con i muscoli e i nervi che controllano i movimenti intestinali
  • Alcuni farmaci possono causare stitichezza
  • Malattie del colon

Un'altra causa di stitichezza potrebbe effettivamente essere il risultato di una disfunzione nella connessione cervello-intestino. Come, potresti chiedere? Lasciatemi spiegare. Lavoreremo a nostro modo dall'alto (cervello) verso il basso (intestino)!

La connessione cervello-intestino

Il cervello e l'intestino hanno una relazione molto stretta. Comunicano frequentemente tra loro e quando uno è colpito, l'altro è ugualmente colpito.

Il compito del cervello è quello di prendere tutti i sensi dall'ambiente e dirigere le altre funzioni del corpo per mantenere il corpo in uno stato di equilibrio (questo è chiamato omeostasi). Tutto, dal corretto rilascio di ormoni al giusto equilibrio degli enzimi digestivi, dipende dal cervello.

Il cervello è responsabile dell'invio di segnali al tratto digestivo per spostare il cibo attraverso il tubo. Invia messaggi che attivano il rilascio di sostanze chimiche ed enzimi specifici per abbattere il cibo e creare un flusso sanguigno sufficiente nell'area per fornire nutrienti.

Il tratto gastrointestinale è costituito da un lungo tubo che si estende dalla bocca all'ano. Questo tubo è pieno di vari batteri, enzimi, nervi e muscoli che aiutano a spingere il cibo attraverso il tubo. È il nostro unico sistema interno che ha un contatto diretto con il cibo esterno che consumiamo. Sappiamo che il nostro apparato digerente assorbe i nutrienti dal cibo. Può anche assorbire le tossine dannose se consumato. Sia i nutrienti che le tossine vengono consegnati a vari sistemi del corpo, incluso il cervello.

Le tossine provenienti da alimenti trasformati, zucchero raffinato e ingredienti artificiali possono impedire al cervello di inviare segnali appropriati al tratto digestivo per promuovere il movimento. Voilà… le giuste condizioni per la stitichezza!

In che modo il cervello parla all'intestino?

Il cervello parla al nostro intestino attraverso il sistema nervoso autonomo, o ANS in breve. L'ANS controlla la funzione di organi come cuore, polmoni, stomaco, intestino, fegato, reni. In altre parole, è piuttosto importante! L'ANS costituisce il 90% della produzione cerebrale e non richiede alcun controllo volontario. Questo è il modo in cui la nostra frequenza cardiaca, la respirazione, la circolazione sanguigna e la digestione avvengono senza che dobbiamo pensarci.

Il sistema nervoso autonomo è diviso in due parti:

Il sistema nervoso parasimpatico

Questo è il lato dell'ANS in cui dovremmo essere per la maggior parte del tempo. Questo è il nostro lato "riposare, digerire, riparare e guarire". Quando in questo stato, la nostra pressione sanguigna diminuisce, la frequenza cardiaca si normalizza, il sonno migliora, la digestione funziona e il movimento intestinale aumenta.

Il nervo vago è il nervo principale del sistema nervoso parasimpatico. È la connessione tra il cervello e l'apparato digerente. Richiede una stimolazione adeguata dal cervello per comunicare con l'intestino e dirgli cosa fare. Se la funzione del sistema nervoso parasimpatico è depressa, la comunicazione cervello-intestino è ridotta.

Il sistema nervoso simpatico

Il sistema nervoso simpatico aumenta durante i periodi di stress. Questa è la nostra risposta "combatti o fuggi". Lo stress può essere sotto forma di tossine, stress emotivo o fisico, traumi, mancanza di stimolazione, sensibilità alimentare, ecc. La nostra frequenza cardiaca aumenta, la pressione sanguigna aumenta, l'energia immagazzinata viene rilasciata per il carburante e funzioni che non sono così importanti come la digestione si ferma.

In un mondo ideale, una situazione di lotta o fuga dovrebbe durare poco tempo e poi placarsi. Oggi è più comune che ci troviamo in uno stato più simpatico che parasimpatico. Ciò significa che digerire il nostro cibo è raramente l'obiettivo principale del nostro corpo che porta a problemi di digestione, incapacità di assorbire i nutrienti e motilità lenta.

Cause della stitichezza cerebrale Brain

Ci sono molteplici ragioni per cui uno squilibrio nel sistema nervoso autonomo può portare alla stitichezza. Ecco alcuni motivi per indagare.

  • Fattori situazionali — I cambiamenti nei ritmi naturali o nelle routine possono causare involontariamente una risposta simpatica. Questi fattori possono includere viaggi, problemi a scuola o al lavoro o qualsiasi cosa che causi un cambiamento nella routine o negli orari. Quando ciò si verifica, il corpo è più preparato a combattere la potenziale minaccia presente piuttosto che a digerire il cibo che si trova nell'intestino. Mantenere i modelli di attività quotidiana il più routinario possibile può aiutare a calmare questa risposta allo stress.
  • Stress e ansia: anche questo è in linea con la risposta "combatti o fuggi". Una percezione distorta del nostro mondo può aumentare l'attivazione del sistema nervoso simpatico che poi porta ad una diminuzione del sistema nervoso "riposa e digerisci". Portando a… hai indovinato… costipazione e problemi digestivi.

In che modo l'intestino influenza il cervello?

Quindi sappiamo che il cervello parla al nostro intestino, ma come risponde l'intestino?

Che ci crediate o no, l'intestino ha il proprio sistema nervoso incorporato all'interno delle pareti dell'intestino denominato sistema nervoso enterico. Può effettivamente funzionare indipendentemente dalle azioni di controllo del cervello della digestione come la scomposizione del cibo in piccole particelle, l'assorbimento dei nutrienti e l'eliminazione dei prodotti di scarto.

Questi processi richiedono reazioni chimiche che si mescolano e muoiono per spingere tutto attraverso i tubi in modo tempestivo. Quando i cibi che consumiamo sono pieni di antinutrienti, lo stress prende il sopravvento e il sistema nervoso enterico inizia a funzionare male.

Cause della stitichezza intestinale

La stitichezza può anche essere causata da un tratto digestivo di base o da un problema del sistema nervoso enterico. Per determinare se questo è il caso, ecco alcune cause di stitichezza del tratto digestivo:

  • Evitare un movimento intestinale: ciò può essere dovuto al tempismo, alla paura del disagio o del dolore o se un bambino preoccupato ha deciso di astenersi dal fare una pausa per il vasino. Identificare e osservare i segnali interni può essere un processo che può causare stitichezza durante la transizione. Quando si evita la defecazione, l'acqua alla fine lascia il colon impedendo il facile passaggio delle feci.
  • Una dieta povera — Una dieta ricca di cibi raffinati e lavorati (la dieta americana standard) piena di ingredienti artificiali e coloranti può causare stitichezza. Questo crea infiammazione nel corpo che rallenta il movimento nel tratto digestivo. Ridurre l'infiammazione eliminando questi alimenti nella dieta può favorire movimenti intestinali più frequenti.
  • Una dieta a basso contenuto di fibre — Sappiamo tutti quanto possa essere difficile far mangiare più verdure ai nostri figli, ma la fibra alimentare potrebbe essere l'unica cosa che manca nella loro dieta e che contribuisce a un difficile movimento intestinale.
  • Disidratazione/mancanza di consumo di acqua — L'acqua potabile aiuta a spingere la fibra attraverso il tratto digestivo per essere eliminata. Non è raro che la stitichezza cronica si risolva semplicemente aumentando l'assunzione di acqua. Soluzioni semplici, proprio come piace a noi!
  • Sensibilità alimentare — La sensibilità alimentare tende ad aumentare l'infiammazione. L'infiammazione è una risposta allo stress nel corpo e può causare stitichezza.
  • Squilibrio nella microflora o crescita eccessiva batterica – Quando il cibo si muove troppo lentamente attraverso il tratto gastrointestinale, le diete sono ricche di zuccheri e povere di sostanze nutritive, ed esistono esposizioni alle tossine, i batteri cattivi nell'intestino possono sopraffare i buoni. Questo non solo porta a vari disturbi digestivi come gas, gonfiore, diarrea, costipazione, ma quei microbi sono responsabili dell'invio di messaggi chimici e sostanze nutritive al cervello per dare il via al sistema nervoso parasimpatico!

Rimedi naturali per la stitichezza

Quindi, come invertiamo il ciclo e lasciamo che il corpo faccia il suo lavoro di mantenere il corpo in equilibrio?

1. Aumentare "Riposa e digerire" e Diminuire l'attività "Combatti o fuggi"

Secondo Datis Kharrazian, oltre ai cambiamenti nella dieta e all'integrazione, alcuni esercizi neurologici possono essere usati per trattare la stitichezza. L'esecuzione di determinati esercizi in grado di stimolare il nervo vago che collega il cervello e l'intestino può aiutare ad alleviare la stitichezza. Questo perché la stimolazione del nervo vago aumenta l'attività di "riposo e digestione". Questi esercizi devono essere eseguiti su una base coerente per poter vedere i risultati, ma una volta raggiunti i cambiamenti positivi dovrebbero essere mantenuti.

  • Gargarismi: fare gargarismi con l'acqua più volte al giorno al punto da diventare leggermente fastidiosi aiuta a stimolare il nervo vago.
  • Il bavaglio – questo ovviamente non è così divertente – toccare i muscoli sul retro della lingua stimola il riflesso del vomito che poi aiuta ad attivare il nervo vago.
  • Canticchiare o cantare ad alta voce: un altro ottimo modo per divertirti con i tuoi figli, favorendo la digestione e i movimenti intestinali. L'azione del canto stimola gli stessi muscoli nella parte posteriore della gola attivando il nervo vago.
  • Impacchi caldi sull'addome o massaggio addominale — aiuta a rilassare i muscoli dell'addome consentendo un aumento dei movimenti intestinali.
  • Per i bambini piccoli, potrebbe non essere possibile fare gargarismi, conati di vomito e canticchiare. Se questo è il caso, possono essere utilizzati massaggi terapeutici e impacchi caldi sull'addome per stimolare il nervo vago.

2. Usa il cibo come rimedio per la stitichezza

Nelle brillanti parole di Ippocrate, "Fa che il cibo sia la tua medicina!" Consumare gli alimenti giusti sia per il cervello che per le funzioni intestinali può avere un profondo effetto sull'alleviamento della stitichezza.

Diamo un'occhiata ad alcune opzioni…

  • Gli alimenti ricchi di fibre sono lassativi naturali. Assicurati di aumentarli lentamente con molta acqua: frutta, verdura, noci, fagioli, patate, zucca, avocado, chia, semi di lino, semi di zucca, zucca, verdure a foglia verde (ricche di magnesio).
  • buccia di psillio
  • Prugne, succo di prugna e fichi (con moderazione a causa dell'alto contenuto di zucchero)
  • Aumentare l'assunzione di acqua (anche bere acqua calda aiuta)
  • Acqua di aloe vera
  • Evita gli alimenti trasformati, in particolare cibi come latticini, pane bianco, pasta, altri cereali ricchi di glutine e fast food.

3. Prova gli integratori naturali per aiutare la stitichezza

Oltre all'uso del cibo come mezzo per alleviare la stitichezza, possono essere utili altri rimedi supplementari.

Eccone alcuni che potrebbe valere la pena provare:

4. Altri rimedi casalinghi per la stitichezza

Quando cibo e integratori non sono sufficienti per dare sollievo, potrebbero essere necessari cambiamenti nello stile di vita. Questi cambiamenti nello stile di vita sono utili per iniziare a incorporarli nelle nostre pratiche quotidiane per prevenire del tutto la stitichezza.

  • Migliorare la digestione generale in modo naturale con una dieta sana ha sempre il potenziale per essere il miglior rimedio contro la stitichezza!
  • Squatty Potty — l'acquisto di questa piccola gemma ci permette di posizionare il nostro corpo in un modo (una posizione accovacciata) che toglie la tensione sul retto che si verifica quando ci sediamo. Un vasino tozzo regolabile da 7-9 pollici sarebbe utile per la maggior parte dei bambini.
  • Per i bambini, esamina la loro routine: come sappiamo, i nostri bambini possono divertirsi facilmente con altre cose al di fuori delle abitudini del bagno, mettendo la necessità di fare la cacca nel dimenticatoio delle priorità. La routine sarebbe utile per prevenire tali scenari.

Questo articolo è stato recensito dal punto di vista medico da Dott. Scott Soerries, MD, Medico di famiglia e Direttore Sanitario di SteadyMD. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlare con il tuo medico.

Hai un rimedio naturale che ha aiutato ad alleviare la stitichezza? Condividilo con noi qui sotto!

Fonti:

  1. Nurko S, Zimmerman LA. Valutazione e trattamento della stitichezza nei bambini e negli adolescenti. Medico di famiglia americano. https://www.aafp.org/afp/2014/0715/p82.html. Pubblicato il 15 luglio 2014.
    Stipsi. Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Renali. https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/constipation.
  2. Costipazione nei neonati e nei bambini: MedlinePlus Medical. https://medlineplus.gov/ency/article/003125.htm&p=DevEx.LB.1,5528.1. Consultato il 6 aprile 2018.
  3. Panoramica del sistema nervoso autonomo: disturbi del cervello, del midollo spinale e dei nervi. Manuale Merck, versione per i pazienti. https://www.merckmanuals.com/home/brain,-spinal-cord,-and-nerve-disorders/autonomic-nervous-system-disorders/overview-of-the-autonomic-nervous-system.
  4. Hadhazy A. Pensa due volte: come il "secondo cervello" dell'intestino influenza l'umore e il benessere. Scientifico americano. https://www.scientificamerican.com/article/gut-second-brain/. Pubblicato il 12 febbraio 2010.
    Corliss J. I probiotici possono alleviare la stitichezza. Blog sulla salute di Harvard. https://www.health.harvard.edu/blog/probiotics-may-ease-constipation-201408217377. Pubblicato il 28 novembre 2017.
  5. Kharrazian, D. (2012). Perché il mio cervello non funziona? Pagg.131-167