Proprio come preferisco usare attrezzature da cucina non tossiche, cerco anche di attaccare con cibi biologici quando possibile. Ma molte persone si chiedono se il cibo biologico valga davvero il costo aggiuntivo. Ecco cosa ho scoperto quando ne vale la pena (e quando non vale).

Cos'è il cibo biologico?

Siamo stati tutti in un negozio di alimentari o in un mercato agricolo con cibi etichettati come biologici. Cosa significa esattamente può creare confusione.

Per essere etichettati come biologici, i prodotti devono essere coltivati ​​senza pesticidi sintetici, fertilizzanti sintetici o organismi geneticamente modificati. Gli animali allevati per la carne devono essere nutriti al 100% con mangime biologico e devono essere allevati con accesso all'aria aperta tutto l'anno. I ruminanti (come le mucche) devono essere nutriti almeno per il 30 per cento della loro dieta dal pascolo.

Inoltre, i cibi preparati che sono realizzati con almeno il 95% di ingredienti biologici possono utilizzare l'etichetta biologica. Quelli con almeno il 70% di ingredienti biologici utilizzeranno l'etichetta "a base di ingredienti biologici" e gli alimenti realizzati con il 100% di ingredienti biologici visualizzeranno questa percentuale sulle loro etichette.

Come viene regolamentata l'etichetta biologica?

Prima che un prodotto possa vantare l'etichetta "biologico", il produttore di alimenti deve prima passare attraverso un processo che garantisca che i terreni, le pratiche di coltivazione e le operazioni di un'azienda agricola soddisfino gli standard stabiliti dalle autorità di regolamentazione. L'organizzazione che regola l'etichetta biologica negli Stati Uniti è il National Organic Program (NOP) dell'USDA.

I produttori di alimenti biologici devono aggiornare il PON sulle loro pratiche operative ogni anno. Il NOP lavora con certificatori di terze parti che ispezionano le operazioni dei produttori alimentari ogni anno.

A partire dal 2013, i certificatori sono ora tenuti a testare i residui su almeno il 5% dei prodotti alimentari che ogni agenzia certifica. Questo test può aiutare a segnalare eventuali produttori di alimenti che non seguono rigide linee guida biologiche.

USDA tiene traccia delle operazioni biologiche certificate nel suo database di integrità organica.

Importazioni biologiche

Quando gli alimenti vengono importati, per essere etichettati come biologici devono essere certificati da un agente di certificazione accreditato NOP o equivalente in quel paese se le normative sono simili. Nei paesi che non hanno la certificazione biologica o le loro normative sono diverse dagli Stati Uniti, gli alimenti devono essere prodotti in base a un accordo di riconoscimento. Ciò significa che le pratiche e le operazioni in crescita devono soddisfare le normative NOP prima di essere importate.

Sfortunatamente, non tutte queste precauzioni e regolamenti vengono seguiti come dovrebbero. Nel 2019, mentre il NOP ha revocato la certificazione biologica a un fornitore turco, non ha indagato sulla spedizione più recente anche se era ad alto rischio di essere fraudolenta.

Come sapere se il cibo biologico è davvero biologico

Una preoccupazione ovvia è che il cibo biologico non vale sicuramente il costo se non è nemmeno biologico.

Anche se potremmo non essere in grado di sapere se ciò che stiamo mangiando è veramente biologico poiché non c'è modo di capirlo guardandolo, ci sono alcune cose che possiamo fare per ridurre le possibilità di ottenere cibo biologico fraudolento:

  • Coltiva un giardino – Se coltivato biologicamente, sai che le tue verdure saranno al sicuro. Cerco sempre di avere qualcosa nel mio giardino estivo!
  • Evita gli alimenti importati (soprattutto i cereali) – La principale preoccupazione per gli alimenti biologici fraudolenti sono i cereali importati, quindi evitare cibi importati quando possibile può aiutare.
  • Evita del tutto i cereali – Poiché i cereali sono una delle maggiori preoccupazioni per gli alimenti biologici fraudolenti, evitare i cereali quando possibile ti dà una migliore possibilità di evitare cibi fraudolenti.
  • Negozio locale – L'altro lato della medaglia è acquistare prodotti biologici locali. Gli alimenti prodotti negli Stati Uniti sono più facili da regolamentare.

È anche importante fare pressione sulle autorità di regolamentazione affinché facciano il loro lavoro e impediscano agli alimenti biologici fraudolenti di entrare nel mercato.

Ci sono vantaggi per gli alimenti biologici?

Supponendo che gli alimenti biologici di cui stiamo parlando siano veramente biologici, ci sono alcuni vantaggi che potrebbero farli valere il costo aggiuntivo:

Nutrienti

Molte famiglie credono che gli alimenti biologici abbiano un contenuto di nutrienti più elevato rispetto ai tradizionali. Secondo una meta-analisi del 2012, non vi è alcuna differenza significativa nei valori nutritivi degli alimenti coltivati ​​in modo convenzionale e biologico. Tuttavia, una ricerca più aggiornata sfida questa scoperta.

Una recensione pubblicata due anni dopo ha rilevato che i prodotti biologici hanno metalli pesanti sostanzialmente inferiori rispetto ai prodotti convenzionali. Gli alimenti biologici hanno anche più antiossidanti (tra il 19% e il 69% in più rispetto agli alimenti convenzionali). Questo aumento degli antiossidanti è come mangiare una o due porzioni in più di verdure ogni giorno.

Inoltre, una revisione del 2016 ha rilevato che i latticini e la carne biologici contengono livelli più elevati di ferro e circa il 50% in più di omega-3 rispetto alle opzioni convenzionali. Gli Omega-3 sono importanti per bilanciare gli acidi grassi nel corpo e ridurre l'infiammazione. Lo fanno abbassando il livello dei grassi nel sangue chiamati trigliceridi e rallentando l'accumulo di placca all'interno dei vasi sanguigni, bilanciando il colesterolo "buono" e "cattivo" e riducendo le malattie cardiovascolari.

Questa recensione ha anche scoperto che i latticini biologici avevano livelli più bassi di selenio e iodio, quindi sono necessarie ulteriori ricerche su questo argomento.

Gusto

Salute a parte, questo è spesso il motivo principale per cui faccio acquisti a livello locale per cibo di stagione. Ha solo un sapore migliore!

Nutrizione e gusto spesso vanno di pari passo. Il cibo con più nutrienti spesso ha un sapore migliore di quelli con meno nutrienti (pensa alle fragole rosse fresche a giugno rispetto a quelle biancastre che ottieni a gennaio). Sebbene non ci siano molti dati su quali cibi abbiano un sapore migliore, ogni famiglia può vedere da sola se il biologico ha un sapore migliore o meno.

Pesticidi

Se si consulta una stanza di genitori preoccupati, i pesticidi sono solitamente in cima alla lista quando si tratta di alimenti biologici rispetto a quelli convenzionali. Il residuo di pesticidi è cinque volte superiore nei prodotti convenzionali secondo l'analisi precedente del 2012 (quattro volte superiore secondo la meta-analisi del 2014).

Nonostante questa differenza, questi livelli sono ancora inferiori all'importo consentito dall'EPA (ovvero i livelli "sicuri"). Ma i consumatori preoccupati sostengono che i livelli massimi di pesticidi sono fissati individualmente e non tengono conto del danno combinato. In altre parole, forse i bassi livelli di un singolo pesticida vanno bene, ma quando ci sono bassi livelli di 10 o più pesticidi chimici, l'esposizione totale ai pesticidi è molto più alta. Altri sostengono che qualsiasi quantità di queste sostanze chimiche sia dannosa.

Batteri nocivi

Un'altra preoccupazione con il cibo convenzionale è che può contenere batteri più nocivi del cibo biologico. Sebbene i prodotti animali biologici non abbiano complessivamente meno batteri, contengono molti meno batteri resistenti agli antibiotici. Il Stati CDC che i batteri resistenti agli antibiotici provocati dall'uso di antibiotici nell'agricoltura animale rappresentano un problema di salute pubblica.

Studi come questo Studio canadese del 2017 dimostrare costantemente che la riduzione dell'uso di antibiotici negli animali riduce il numero di batteri resistenti agli antibiotici contenuti nella carne.

Ambiente e benessere degli animali

Oltre alla salute umana, i consumatori sono preoccupati anche per la salute dell'ambiente e degli animali. Un articolo della Columbia University spiega che l'agricoltura biologica di solito è migliore per l'ambiente grazie a una maggiore biodiversità, meno deflusso di sostanze chimiche e meno erosione del suolo rispetto alle fattorie convenzionali. Tutto ciò rende l'agricoltura biologica più sostenibile. Mentre alcuni critici ritengono che le rese per acro siano inferiori con l'agricoltura biologica (rendendola meno ecologica), l'agricoltura biologica ad alto rendimento è possibile.

Secondo un articolo su Rodaleinstitue.org, l'agricoltura biologica supera quella convenzionale del 40% quando il tempo non è ideale (come durante la siccità). L'agricoltura biologica privilegia anche gli alimenti ricchi di nutrienti (come le verdure) rispetto agli alimenti a basso contenuto di nutrienti come i cereali.

Inoltre, in base al modo in cui gli animali devono essere allevati se sono etichettati come biologici (con mangimi biologici, una percentuale del loro cibo proveniente dal pascolo e l'accesso all'esterno), gli animali allevati biologicamente vivono in condizioni migliori rispetto agli animali allevati convenzionalmente.

Il problema con la regolamentazione biologica

Molte persone sostengono che invece di chiedere agli agricoltori biologici di dimostrare che coltivano biologicamente (e pagare una tassa per farlo), dovremmo chiedere agli agricoltori e ai produttori convenzionali di assumersi tale onere della prova.

Sebbene le etichette biologiche siano utili per riconoscere dove potresti voler spendere i tuoi soldi per il cibo, non è l'unico modo per sapere cosa sta succedendo con il tuo cibo.

Molte piccole fattorie coltivano il loro cibo in modo biologico (possibilmente con più cura di quanto richiesto dalle normative) ma non vogliono passare attraverso il processo per ottenere la certificazione ufficiale. Inoltre, alcuni coltivatori potrebbero non essere conformi alle linee guida del biologico, ma potrebbero essere abbastanza vicini alle preferenze di molte famiglie.

Idealmente, trovare una fattoria locale di cui ci si può fidare è una strategia migliore per trovare cibo sano piuttosto che affidarsi esclusivamente a un'etichetta biologica.

Vale la pena il cibo biologico?

Per capire se gli alimenti biologici valgono il costo è necessario considerare alcune cose:

  • Il tuo cibo biologico è davvero biologico? – Se non lo è, probabilmente non vale la pena pagare.
  • Puoi ottenere cibo comparabile senza l'etichetta? – Hai una fonte per prodotti freschi o di origine animale che sono prodotti in modo accettabile? Forse pagare un extra per l'etichetta non vale il costo.
  • Puoi permetterti cibo biologico? – Questa è potenzialmente la domanda più importante a cui rispondere. Sebbene possiamo modificare i nostri budget per consentire più soldi per la spesa, a volte semplicemente non è possibile acquistare biologico (o tutto biologico).

Se decidi che il biologico vale il costo, ma sei bloccato sulla parte del budget, continua a leggere …

Cosa fare se il biologico non è nel budget?

Come accennato, anche se giochi con il tuo budget per fare spazio ai cibi biologici, a volte non puoi ancora permetterti tutti i cibi biologici. Non vale mai la pena metterti in una crisi finanziaria solo per i cibi biologici. Ma fortunatamente, il biologico non è una scelta tutto o niente. Se non puoi permetterti tutto per essere biologico, usa i suggerimenti in questo post per scegliere gli alimenti più importanti da acquistare biologici e rilassati su tutto il resto!

Questo articolo è stato rivisto dal punto di vista medico da Dott.ssa Lauren Jefferis, board certificato in Medicina Interna e Pediatria. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlare con il tuo medico o di lavorare con un medico presso SteadyMD.

Cosa hai trovato? Ne vale la pena per il biologico?

Fonti:

  1. Smith-Spangler, C., Brandeau, M. L., Hunter, G. E., Bavinger, J. C., Pearson, M., Eschbach, P. J.,. . . Bravata, D. M. (2012). Gli alimenti biologici sono più sicuri o più sani delle alternative convenzionali? Annals of Internal Medicine, 157 (5), 348. doi: 10.7326 / 0003-4819-157-5-201209040-00007
  2. Baraski, M., Prednicka-Tober, D., Volakakis, N., Seal, C., Sanderson, R., Stewart, G. B.,. . . Leifert, C. (2014). Concentrazioni di cadmio più elevate e antiossidanti e minore incidenza di residui di pesticidi nelle colture coltivate biologicamente: British Journal of Nutrition, 112 (5), 794-811. doi: 10.1017 / s0007114514001366
  3. Prednicka-Tober, D., Bara? Ski, M., Seal, C. J., Sanderson, R., Benbrook, C., Steinshamn, H.,. . . Leifert, C. (2016). PUFA e PUFA n-3 più alti, acido linoleico coniugato,? – tocoferolo e ferro, ma concentrazioni più basse di iodio e selenio nel latte biologico. British Journal of Nutrition, 115 (6), 1043-1060. doi: 10.1017 / s0007114516000349
  4. CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE. (n.d.). Resistenza agli antibiotici e sorveglianza NARMS. Estratto il 12 giugno 2020 da https://www.cdc.gov/narms/faq.html
  5. Tang, K. L., Caffrey, N. P., Nóbrega, D. B., Cork, S. C., Ronksley, P. E., Barkema, H. W.,. . . Ghali, W. A. ​​(2017). Limitare l'uso di antibiotici negli animali da produzione alimentare e le sue associazioni con la resistenza agli antibiotici negli animali da produzione alimentare e negli esseri umani. The Lancet Planetary Health, 1 (8). doi: 10.1016 / s2542-5196 (17) 30141-9
  6. Varanasi, A., Rana, P., Maria, Marty Klein, K., Jon, Schaff, R.,. . . Rattenberg, C. (2019, 21 ottobre). Il cibo biologico è davvero migliore per l'ambiente?
  7. Pollicap, L. e Rodale Institute. (2019, 01 novembre). Il biologico può nutrire il mondo?